Aumenti energia elettrica e gas da Ottobre 2018.

Continua il trend che vede aumentare il costo delle nostre bollette, sono previsti rincari anche per il 2019.

 

Dal primo Ottobre sono stati registrati degli aumenti pari al 7,6% per l’energia elettrica e al 6,1% per il gas naturale.

Di seguito alcune delucidazioni.

 

– Quanto incidono questi aumenti sulle nostre bollette?

Secondo quanto definito dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), questi aumenti porteranno ad una spesa complessiva annua di 552 € per la luce e 1096 € per il gas, quindi grossomodo 100 € in più in confronto al terzo semestre del 2017.

 

– Dove trovo questi aumenti?

Non si tratta tanto del costo della materia prima (che dipende dal tipo di contratto e varia da fornitore a fornitore), ma l’incremento sarà visibile sugli oneri di sistema.

L’ARERA ha chiarito che questi aumenti saranno necessari nel 2019 per coprire il mancato gettito del 2018.

 

– Cambiando contratto, dove posso avere uno sconto?

Come spiegato precedentemente è possibile avere uno sconto sulla propria bolletta scegliendo un’offerta conveniente, ma questo non andrà a modificare in alcun modo quelli che sono gli oneri disposti a livello nazionale.

Il costo della materia prima per un domestico è incide circa per il 35/40% sul totale della bolletta, la restante parte è quella che sarà soggetta a questi futuri aumenti.

 

– Come evitare sprechi inutili?

La miglior cosa, una volta trovato un contratto di fornitura di luce e gas conveniente, è quella di consumare in maniera intelligente.

Ad oggi infatti ci sono moltissime soluzioni che permettono di abbattere il consumo quotidiano, da elettrodomestici in classe A++ fino le lampade a LED invece che quelle vecchie ad incandescenza.

Risulta scontato che tutte le famiglie non hanno la possibilità di poter comprare nuovi elettrodomestici, però delle piccole accortezze possono comunque aiutare nel mantenere i consumi più bassi.

Un consiglio che viene spesso applicato ormai dalle famiglie è quello di utilizzare delle ciabatte con il pulsante on/off, così da spegnere definitivamente televisori od altri dispositivi elettronici (computer, consolle, etc.) senza che questi rimangano in standby.

Un’altra piccola attenzione è quella di tenere scollegati gli smartphone/tablet dalla carica una volta che la batteria è al massimo, infatti questi continuerebbero comunque a consumare l’energia di casa.

Si è calcolato che queste buone abitudini possano portare ad un risparmio complessivo annuo a famiglia fino ai 50€.

È quindi logico utilizzare un po’ di buonsenso, partendo dalla gestione dei consumi, fino al contratto di fornitura che deve essere scelto in maniera consapevole e che sia effettivamente conveniente.

E3Energy
info@e3energy.it

Vogliamo rivoluzionare il concetto di energia preconfezionata, fino a diventare il principale punto di riferimento per il cliente finale.

1 Comment

Post A Comment