Costo energia, mai così alto in Italia (e in Europa pagano meno).

La ricerca fatta dall’ Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) sul periodo Luglio-Settembre 2018 ha rilevato una triste realtà che molti italiani avevano già capito sulla propria pelle:

Il costo dell’energia elettrica è al suo massimo storico dell’ultimo decennio, con aumenti sempre più importanti e consumi che rallentano (sono ben 8 trimestri che il nostro consumo ha un segno meno).

Ha spiegato Francesco Gracceva dell’Enea: “La causa, stavolta, è l’incremento dei prezzi finali sulla spinta delle commodity energetiche, con l’impennata del gas naturale (+60%), dei prezzi della borsa elettrica (+33,5%) e del petrolio Brent che a ottobre ha raggiunto gli 85 dollari al barile”.

Inoltre, per quanto riguarda il prezzo della materia prima energia, sempre secondo Enea, le nostre partite Iva stanno pagando di più rispetto alle aziende Europee, tranne nei casi dei grandi clienti energivori.

Parlando di numeri, sempre riferiti alle PMI, un’impresa Italiana che consuma 1200/1300 MWh/anno, arriva a pagare almeno 70 mila euro in più rispetto ad un’azienda Francese, 30 mila rispetto ad una Britannica o Spagnola.

In questo scenario non così roseo per le nostre famiglie e per le nostre aziende, E3Energy ha deciso di non fare marketing di massa come stanno facendo tutti, ma di cercare di seguire ogni cliente con l’attenzione che merita.

Certo, non potremo dimezzarti una bolletta, questo è vero, ma cercheremo sempre di darti (oltre al risparmio giornaliero) l’assistenza che realmente necessiti.

Se non sei nostro cliente e vuoi richiedere un preventivo personalizzato, contattaci in ufficio e fissa un appuntamento con un nostro commerciale: 0742.99454

E3Energy
info@e3energy.it

Vogliamo rivoluzionare il concetto di energia preconfezionata, fino a diventare il principale punto di riferimento per il cliente finale.

No Comments

Post A Comment