Energia, Arera informerà in bolletta della fine del mercato tutelato.

Dal primo Gennaio 2019, chi ancora è rimasto per l’energia nel mercato di maggio tutela, vedrà nella propria bolletta questa comunicazione:

“Dal 1 luglio 2020, contratti di fornitura come il Suo, con prezzo aggiornato dall’Autorità (ARERA), non saranno più disponibili.

Può già oggi cambiare contratto o fornitore in maniera semplice e gratuita con la garanzia della continuità del servizio: verifichi le offerte disponibili nella Sua zona sul “Portale Offerte”, dove può anche valutare proposte con condizioni contrattuali standard dell’Autorità e prezzo libero (offerte PLACET).

Per maggiori nformazioni, consulti il sito www.ilportaleofferte.it o chiami il numero verde 800 166 654.”

Dopo qualche anno di procrastinazione infatti è definitivamente fissato al primo Luglio 2020 il passaggio obbligatorio al mercato libero a livello nazionale.

Cosa significherà per chi è ancora nel mercato di maggior tutela?

Chiariamo subito che non rimarrà senza energia in casa, ma che si vedrà “venduto” al miglior offerente in base ad un’asta che avverrà nei primi del 2020.

A livello tariffario, cosa cambierà?

Questo non ci è dato ancora saperlo, visto che sotto questo punto di vista stiamo navigando nel buio, dato che poi i clienti verranno presi da un’azienda che ancora non si sa chi sarà.

È chiaro comunque che il cliente finale si troverà con una tariffa che dal variare trimestralmente (come succede ora per il mercato di maggior tutela) sarà subordinata a dei periodi di sconto, per poi subire o aumenti o per variare nuovamente, come succede con una qualsiasi offerta del mercato libero.

Proprio quest’ultimo punto però dovrebbe far riflettere il cliente, visto che moltissime persone hanno testimoniato di aver ricevuto importanti aumenti sul costo dell’energia dopo il periodo di sconto proposto dall’azienda di fornitura.

Fino ad oggi il cliente in maggior tutela era abituato a subire sia gli aumenti che le deflessioni del mercato, dal Luglio 2020 invece dovrà necessariamente entrare nell’ottica che gli sconti/offerte hanno delle scadenze, e che come l’assicurazione della macchina, magari deve essere rivista annualmente.

Come scegliere un nuovo fornitore di energia e gas?

Moltissime persone intervistate da E3Energy, hanno scelto tramite i vari siti comparativi che si trovano online, oppure tramite negozi presenti sul territorio.

Però queste persone (il 65% circa) hanno dichiarato che si aspettavano delle bollette più basse secondo quanto spiegato in fase di sottoscrizione del contratto, altre (il 15%) hanno detto di non aver ancora fatto un paragone rispetto alle bollette precedenti, i rimanenti (10%) dicono di pagare di più, solo un dieci percento ha ammesso di pagare oggettivamente di meno.

Purtroppo questa situazione nasce dall’impossibilità di saper leggere sia una bolletta che un’offerta, infatti per la maggior parte delle persone l’unica cosa che conta è il totale della bolletta da pagare, di certo non ci si mette a studiare voce per voce.

E3Energy a questo ha trovato una soluzione.

Per evitare di avere false speranze, o addirittura di pagare di più, mettiamo a disposizione la nostra amministrazione per preventivi e simulazioni sui consumi già sviluppati.

Ti faccio un esempio.

Con PINCOPALLINO ENERGIA hai pagato X€ per 1000 kWh?
Noi ti possiamo fare il fac-simile di una bolletta come se fossi stato nostro cliente.

Comodo, no?

Se vuoi ricevere il tuo preventivo, non ti rimane che contattarci facendo clic QUI.

Se preferisci chiamarci, il numero è 0742.99454

E3Energy
info@e3energy.it

Vogliamo rivoluzionare il concetto di energia preconfezionata, fino a diventare il principale punto di riferimento per il cliente finale.

1 Comment

Post A Comment