Energia e gas, ecco come il tuo fornitore dovrebbe comportarsi.

 

Immagina i nostri nonni mentre provano a leggere una bolletta.

Erano abituati anni fa, a poche voci:

  • una quota fissa
  • una quota a consumo
  • Iva (sotto al 22%).

 

Oggi invece le nostre bollette di luce e gas, con l’introduzione della “Bolletta 2.0non devono neanche prevedere i costi in chiaro di quello che si è consumato.

Nel tempo il consumatore finale è stato sempre più tassato nei beni di consumo basilari come l’energia (introducendo ad esempio il Canone Rai in bolletta e aumentandone le tasse), con sempre minore chiarezza nella lettura dei dati.

Qual’è allora il ruolo di una società di energia elettrica e gas verso il cliente?

Se in passato era solo continuare a mandare la luce e il metano in casa/azienda, invece ad oggi è quello di riuscire a seguire a 360° ogni necessità del cliente.

Proprio in quanto quotidianamente riceviamo chiamate dai nostri clienti, abbiamo notato come le domande più frequenti che ci vengono fatte sono inerenti non tanto il costo in se per se dell’energia, ma riguardano la spiegazione dei costi, chiarimenti su tasse/aumenti, delucidazioni sull’incidenza delle accise, solo alla fine quanto costa il chilowatt o il metro cubo di gas.

Quindi le società di fornitura hanno il dovere di innanzitutto cercare di garantire il miglior servizio al cliente finale.

Solo come esempio, la maggior parte delle aziende ha dovuto adeguarsi alle nuove leggi che prevedono una certa percentuale di call-center italiani, altrimenti prima dirottavano tutti le chiamate all’estero.

Può essere questo un modo di seguire velocemente i clienti? Può essere la soluzione di un problema aprire una segnalazione che poi non si sa chi la gestirà?

Sotto questo punto di vista in E3Energy abbiamo deciso di mettere a disposizione la nostra amministrazione, dando il numero diretto dei nostri uffici da cui quotidianamente lavoriamo (per assurdo chiamandoci potresti parlare anche con me che sto scrivendo).

Sembra poco, ma in questa maniera abbiamo velocizzato la risoluzione di eventuale problematiche (che fisiologicamente nascono quando hai una sempre nuova mole di clienti) di un buon 80% rispetto a quando seguivamo le segnalazioni tramite numero verde o email.

Per cui, il consiglio che sentiamo di darti è quello di scegliere un’azienda che punti nel migliorarsi e nel velocizzare il contatto col cliente finale, mettendo a disposizione metodi diretti di contatto e che sia al passo coi tempi.

Infatti possono aumentare le tecnologie, ma credo che siamo tutti d’accordo sul fatto che la differenza la fanno sempre le persone che vi stanno dietro.

E3Energy
info@e3energy.it

Vogliamo rivoluzionare il concetto di energia preconfezionata, fino a diventare il principale punto di riferimento per il cliente finale.

No Comments

Post A Comment