Il “fungo bionico” che produce energia.

I nuovi metodi per creare energia vengono pensati per essere sempre più simbiotici con la natura.

Un recente studio dello Stevens Institute Of Technology del New Jersey è stato pubblicato su Nano Letters dove viene mostrato come la tecnologia non è necessariamente in contrasto la natura.

Lo studio è stato effettuato su un normalissimo fungo champignon comprato poco prima in un alimentari a cui sono stati aggiunti alcuni componenti tramite una stampante 3D.

Senza entrare in tecnicismi, concentriamoci su quello che può interessarci nella vita di tutti i giorni.

Questo “fungo bionico” può alimentare dispositivi elettronici che utilizziamo quotidianamente?

La risposta è ancora no se si pensa a lavastoviglie, frighi e affini, ma ad esempio un gruppo di funghi potrebbe alimentare luci o led.

La possibilità di utilizzare questa energia però è importante in quanto potrebbe portare ad un investimento in maniera concreta su questo tipo di creazione d’energia, aiutandoci ulteriormente nel distaccarci da quel mondo che con il Green ha poco a che fare (carbon fossile, petrolio, etc.).

In E3Energy crediamo vivamente che un futuro più verde possa esistere, per questo commercializziamo pacchetti di energia prodotta totalmente da fonti rinnovabili.

Per saperne di più passa dalla sezione “Offerte Casa” oppure fai clic QUI.

Il video del fungo bionico, fonte: GeoBeats News tramite YouTube.

E3Energy
info@e3energy.it

Vogliamo rivoluzionare il concetto di energia preconfezionata, fino a diventare il principale punto di riferimento per il cliente finale.

1 Comment

Post A Comment